Le parole per dirlo

Ancora sulla questione del linguaggio:  sulle parole, che utilizziamo o che non utilizziamo.
Domenica lo spunto proposto era un gioco visivo, la nuvola dei tag creata automaticamente da questo blog.  Oggi si aggiunge l’intervento di Giancarlo Paba, dalla quarta giornata, quella dedicata al “quartiere”.
Perché Paba sostiene (fra altre cose) che il … vezzo (?) di non utilizzare più molte parole comuni — e (perciò)  cariche di significato — non è detto affatto che ci aiuti. Anzi,  a volte decisamente danneggia, come si vede bene, per esempio, nel caso degli ormai mitici non-luoghi.

Annunci

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: